mercoledì 17 novembre 2010

Giotto in HD sul web. Ammirate la Cappella degli Scrovegni. Fonte Ansa.it

PADOVA - Da oggi i meravigliosi affreschi di Giotto della Cappella degli Scrovegni a Padova sono piu ''vicini' che mai. Questo grazie ad un progetto, frutto di 14mila scatti fotografici, che mette in rete in alta definizione le immagini dei riquadri dipinti dal maestro. Giotto aveva una concezione assoluta della qualita' della pittura, e agli Scrovegni dipinse elementi che nessuno avrebbe potuto cogliere ,data la distanza con la volta. Da oggi con un clik del mouse si potra' apprezzare ad esempio la maestosita' dei capelli di una ancella, tracciati ad uno ad uno con il pennello.

La 'rivoluzione' in Hd, nata da un progetto che ha visto assieme Comune di Padova, Musei Civici, Haltadefinizione con Il Sole 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE, è stata presentata oggi nel corso di un incontro al Museo degli Eremitani, a due passi dalla Cappella voluta da Enrico Scrovegni e dipinta tra il 1303 e il1305 da Giotto. L'edificio è un segno dell'umanità, della potenza artistica di Giotto che al pari di Dante fu il 'traghettatore' verso il nuovo.
Per sei mesi gratuitamente basterà collegarsi agli appositi siti da ogni angolo del mondo per avere la sensazione diretta di entrare da ospite privilegiato nell'universo giottesco. E' la prima volta che il ciclo degli Scrovegni viene presentato in un progetto ad altissima definizione, frutto di oltre 14 mila scatti fotografici, 200 ore di lavoro notturno e di un anno di lavoro di postproduzione.

Un’esperienza multimediale suggestiva ed unica al mondo, data anche dal lungo lavoro alle spalle. Si tratta di:
- 700 metri quadrati di pittura ad affresco
- 14.000 scatti fotografici
- 365 giorni di attività di postproduzione
- 326 Gigabyte di dati acquisiti
- 100 Gigapixel di immagini in alta definizione prodotte
- 1 Terabyte di occupazione finale per i dati gestiti.

visibile su www.ilsole24ore.com/scrovegni e www.haltadefinizione.com.

3 commenti:

Sandra Maccaferri ha detto...

Stupendo. A me l'ha inviata un'amica via mail tempo fa: ogni tanto apro e ammiro.
Che stupendo lavoro.

Sandra Maccaferri ha detto...

Dimenticavo: lo sai che c'è la stessa cosa anche della Cappella Sistina? MERAVIGLIOSA!!

SanVitoCH ha detto...

Questo si che è un esempio di virtuale che fa da supporto al reale. E' proprio il caso di dire: cose mai viste (se non da pochi, se non da lontano).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...